IL RETROSCENA

Da novembre stangata all’incrocio nei corsi Regina, Trapani e Vercelli

Ecco il calendario completo dell’attivazione dei 13 Vista Red. Ritardi per la nuova Ztl

Per una rivoluzione, quella della Ztl, che potrebbe slittare ben oltre l’annunciato termine del primo gennaio, ce n’è un’altra che ormai è sui blocchi di partenza. Da novembre, infatti, verranno attivati i primi tre impianti Engine per le multe automatiche a chi non rispetta il semaforo rosso, non si ferma entro la banda d’arresto o non rispetta gli obblighi di svolta negli incroci tra corso Regina, corso Potenza e corso Lecce, tra corso Trapani e corso Peschiera e tra corso Novara e corso Vercelli.

Martedì, i tecnici del Comune, di Iren e di 5T, insieme con gli uomini della polizia municipale, hanno avuto l’ultima riunione operativa propedeutica all’entrata in servizio degli impianti, che attualmente sono in fase di collaudo. La volontà del comando di via Bologna, guidato da Emiliano Bezzon, è quella di partire il prima possibile, magari entro la fine del mese. Più cauti i funzionari del Comune, considerando anche la necessità di mettere in campo una adeguata compagna di informazione per gli automobilisti. Una data plausibile, a proposito, potrebbe essere quella di lunedì 4 novembre, al termine del ponte di Ognissanti.

La rivoluzione dei tredici “Vista red” procederà comunque gradualmente fino alla prossima primavera. Dopo l’avvio dei primi tre occhi elettronici, entro la fine dell’anno verranno attivati gli impianti a guardia degli incroci tra corso Lecce e corso Appio Claudio, tra via Pianezza e corso Potenza, tra corso Agnelli e corso Tazzoli, tra corso Corsica e corso Giambone. Nel 2020 si procederà con quelli tra corso Unione e corso Bramante, tra corso Siracusa e via Tirreno, tra piazza Pitagora e corso Orbassano, tra corso Unione Sovietica e piazzale Gabriele da Gorizia, tra corso Rosselli e corso Turati, tra corso Vittorio e corso Castelfidardo e tra corso Vittorio e corso Vinzaglio.

Gli impianti saranno attivi giorno e notte, festivi compresi: per il superamento della linea di arresto la sezione sarà di 41 euro di giorno e a 54 di notte, ma non costerà all’automobilista alcun punto sulla patente. Se invece si verrà sorpresi a passare con il semaforo rosso, la multa salirà a 163 euro (200 euro di notte) e verranno immediatamente scalati sei punti dalla patente, 12 se neopatentato.

Più fumoso è invece il calendario che porterà all’attivazione della nuova Ztl prolungata dalle 7,30 alle 19,30. Difficile si possa partire dal primo gennaio: per tagliare i tempi burocratici, l’assessore alla Viabilità Maria Lapietra sta pensando a un bando per il progetto di soli 35 giorni, anziché di 60.

 

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single