E' successo a Porta Nuova

Offende gli agenti in stazione e poi si denuda: sotto il cappotto aveva un coltello e uno spadino

L'uomo si è piazzato dietro l'auto della polizia impedendole di partire: poi, fuori di sé, ha iniziato ad offendere i poliziotti. E' stato denunciato

Lo spadino e il coltello sequestrati dalla polizia

Sotto il cappotto nascondeva uno spadino e un coltello. L’uomo, un italiano di 69 anni, è stato intercettato lungo la banchina del binario 1 della stazione di Torino Porta Nuova dagli agenti della Polfer. Tutto è successo nell’istante in cui gli agenti si stavano dirigendo verso la loro auto di servizio per procedere ad un intervento urgente.

HA BLOCCATO L’AUTO DELLA POLIZIA
Di punto in bianco un uomo si è posizionato proprio dietro la vettura, impedendone l’uscita ed ingiuriando gli agenti.  Nonostante i ripetuti tentativi di calmarlo e farlo ragionare, l’uomo ha iniziato a denudarsi, facendo cadere dai vestiti uno spadino occultato sotto gli abiti, prontamente recuperato dagli agenti. I poliziotti hanno anche trovato un ulteriore coltello. L’atteggiamento aggressivo e oltraggioso dell’uomo, che versava in uno stato di agitazione e alterazione, ha reso necessaria l’immediata attivazione del soccorso sanitario.

L’UOMO E’ STATO DENUNCIATO
Il 69enne, con precedenti per oltraggio a pubblico ufficiale e lesioni personali, è stato denunciato. Lo stesso non ha saputo o comunque voluto spiegare perché si è lanciato con tanta violenza contro il personale in divisa né a quale scopo si muovesse con armi da taglio occultate addosso in stazione. Lo spadino e il coltello, rispettivamente 27 e 8 cm di lama perfettamente affilati e utilizzabili, sono stati sottoposti a sequestro.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single