RACCONTI

Il pallone, il figlio piccolo o un amante: quando la vita di coppia diventa un trio

“3 Numero imperfetto” con i ricavi devoluti all'Ail

Una coppia eclettica e felice: lei con il suo bistrot dove porta avanti la passione per la buona tavola, lui professore e autore di libri per bambini (che detesta). Ma nell’armonia di questa coppia c’è il terzo incomodo: la passione per il calcio di lui, divorante, assoluta, per il calcio inglese per di più. E cosa succede quando in questo menage complicato a lei comincia ad apparire Colin Firth (indimenticabile protagonista del cult “Febbre a 90°)?

Questo è uno dei tre racconti che compontono “3 Numero imperfetto” (Buendia Books, 3 euro) di Carlotta Borasio, Monica Coppola, Francesca Mogavero. Il tema è quello del terzo incomodo: negli altri racconti, una madre seduta su una panchina al parco, mentre osserva il figlio giocare, ripercorre tutta la sua esistenza, questa situazione che la fa sentire prigioniera del rapporto con il marito, incapace di dare regole, ma solo di subirle, e che vive così la maternità come un’angoscia, non sapendo comunicare il suo disagio al marito ma neppure vivere intensamente la sua maternità.

Nel secondo racconto c’è invece il classico triangolo, la classica relazione clandestina intensamente desiderata eppure non realizzabile, con una successione di giorni e appuntamenti in cui cercarsi, perdersi. Tre scrittrici, tre stili diversi per tre racconti intriganti. I cui proventi saranno devoluti all’Ail, l’associazione per la lotta alle leucemie, sezione di Torino.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single