E' accaduto ieri sera nel padiglione C della casa circondariale torinese

Paura alle Vallette: detenuto appicca un incendio in carcere. Intossicato un agente

Il rogo è stato spento dal personale che, nonostante l'abbondante fumo, è riuscito a far evacuare tutti i detenuti dell'intera sesta sezione

(depositphotos)

Momenti di paura, ieri sera, nel carcere Lorusso e Cutugno di Torino, dove un detenuto di origine nigeriana ha appiccato le fiamme nella sua cella. E’ accaduto nel padiglione C del carcere delle Vallette.

INTOSSICATO UN AGENTE
L’incendio è stato spento dal personale, che ha indossato le apposite mascherine e nonostante l’abbondante fumo, è riuscito a far evacuare e a far confluire tutti i detenuti dell’intera sesta sezione al piano terra. Tuttavia, nel corso delle operazione, un agente della polizia penitenziaria è rimasto intossicato.

LA DENUNCIA DELL’OSAPP
La notizia è stata diffusa dal segretario generale dell’Osapp (Organizzazione sindacale polizia penitenziaria) Leo Beneduci. “Non si conoscono le motivazioni del grave gesto” ha spiegato il sindacalista ricordando come  l’Osapp abbia da tempo “denunciato violente aggressioni, offese, sputi nei confronti del personale di polizia penitenziaria”.

EVITATA UNA TRAGEDIA
“Anche questa volta – ha proseguito Beneduci – solo grazie alla prontezza del medesimo personale, si è evitata la tragedia. Speriamo che il Ministro Bonafede e il Capo del Dipartimento Amministrazione Penitenziaria sappiano riconoscere a tutto il personale di Polizia Penitenziaria la giusta ricompensa per aver rischiato la propria vita in favore dei ristretti”.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single