A MANO ARMATA

Pavone Canavese, l’autopsia: il tabaccaio ha colpito il ladro alle spalle sparando dall’alto

Probabilmente Iachi Bonvin ha aperto il fuoco dal balcone di casa: la ferita sul petto della vittima sarebbe il foro d’uscita del proiettile

Ladro ucciso dal tabaccaio (nella foto il luogo della sparatoria, a Pavone Canavese)

L’autopsia eseguita ieri mattina dal medico legale Roberto Testi ha stabilito che il 24enne Ion Stavila è stato colpito alle spalle dal proiettile esploso da Marcellino Franco Iachi Bonvin.

La ferita sul petto, che in un primo momento aveva fatto pensare che il ladro di origine moldave potesse essere stato raggiunto da due colpi, sarebbe in realtà il foro d’uscita del proiettile.

Dunque, la dinamica della tragedia di Pavone Canavese, avvenuta nella notte tra giovedì e venerdì, non coincide con le dichiarazioni informali rilasciate a caldo dal tabaccaio, che, invece, aveva parlato di colluttazione.

Probabilmente Iachi Bonvin ha aperto il fuoco dal balcone della sua abitazione.

Il commerciante è indagato per eccesso di legittima difesa e nei prossimi giorni sarà ascoltato dal procuratore di Ivrea Giuseppe Ferrando.

Stasera, alle 21, fiaccolata di solidarietà al tabaccaio: i commercianti di Pavone e Ivrea, e coloro che abitano in Canavese, partiranno dal Municipio per arrivato di fronte all’abitazione di Iachi Bonvin.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single