LA RINASCITA Torino, 500mila euro per riqualificare “la Clessidra”: cittadini protagonisti del rilancio

TORINO. E’ la Clessidra – lo spazio verde tra i corsi Galileo Ferraris ed Enrico De Nicola, via Tirreno e largo Orbassano – l’area scelta per essere riqualificata utilizzando i 500mila euro che Palazzo Civico, attraverso il progetto “bilancio deliberativo”, destina annualmente a una delle Circoscrizioni allo scopo di finanziare un’opera o un intervento di riqualificazione proposto direttamente dai cittadini.  

Scelto il luogo del quartiere Crocetta da riqualificare, tra qualche giorno prenderà il via un percorso di “progettazione partecipata” in quattro tappe: dal 21 settembre al 6 ottobre saranno organizzati sei incontri pubblici per discutere opportunità e criticità dell’area oggetto di intervento, dal 27 ottobre al 29 novembre un gruppo di cittadini lavorerà (con il supporto di tecnici comunali) alla predisposizione di due o più progetti, dall’1 all’11 dicembre i cittadini saranno invitati a votare per scegliere il progetto da presentare al Consiglio comunale al fine di essere inserito nel bilancio deliberativo 2017 e poi, dal mese di gennaio, i residenti della Circoscrizione Uno continueranno ad essere coinvolti nella fase di realizzazione delle opere, verificando stato e andamento generale dei lavori e contribuendo a trovare soluzioni per aspetti progettuali secondari.

“Il bilancio deliberativo – ha spiegato questa mattina il presidente della Circoscrizione Uno, Massimo Guerrini, nel corso della presentazione dell’iniziativa – è una procedura che consente ai cittadini di un comune di ogni dimensione di partecipare democraticamente alle scelte di bilancio del proprio Comune. Si tratta di garantire più trasparenza e più efficacia nell‘impiego delle risorse, più controllo dal basso, più consenso e più equità distributiva. I cittadini – ha evidenziato Guerrini – sono, in fin dei conti, sia gli utenti finali dei servizi pubblici comunali che i suoi finanziatori attraverso tasse e tributi ed è sacrosanto che decidano anche sulle spese”.

La Centro-Crocetta è la seconda zona della città in cui sarà realizzato un intervento finanziato dal bilancio deliberativo. Lo scorso anno era toccato alla Circoscrizione Aurora, Vanchiglia, Sassi e Madonna del Pilone e l’iniziativa aveva coinvolto mille e 800 persone che, votando, avevano scelto per i loro quartieri il progetto “Il verde di casa nostra” per la riqualificazione di piccoli spazi in prossimità di piste ciclabili, chioschi e bar, e la realizzazione di giochi per bambini, aree pic-nic ed attrezzature per adolescenti. In particolare, nelle aree verdi di via Farini, il progetto vincitore aveva previsto nuova pavimentazione e collegamento alle piste ciclabili di Lungo Dora e corso Regina, e la sostituzione della fontana dismessa nella piazzetta di via Catania e degli impianti di illuminazione con pannelli fotovoltaici.

“Alla Circoscrizione Sette – ha ricordato il presidente Guerrini – l’esperienza si era rivelata più che positiva. Un dato questo che conferma come, adottando modalità che favoriscono dialogo e partecipazione, i cittadini non rinuncino affatto a prendere parte attiva quando si offre loro l’opportunità di pronunciarsi e di fare proposte concrete per migliorare la qualità della vita nel loro quartiere di residenza.  Ora tocca alla Circoscrizione Uno e, in termini di partecipazione, si attendono analoghi positivi risultati, come peraltro fanno prevedere i numerosi suggerimenti e commenti sulle criticità e le potenzialità dell’area Clessidra già inviati dai cittadini attraverso il sito internet della Circoscrizione”.

 

loop-single