ORBASSANO

Rapinano i passanti con la pistola giocattolo. Nella banda anche un ragazzino di 16 anni

Notte di follia per due fratelli e il loro cugino minorenne: arrestati dopo l'ultimo colpo

Avvicinavano i passanti per rubare soldi e telefonini, armati di una pistola giocattolo. In un caso non si sono limitati alle minacce, ma hanno aggredito una persona colpendola ripetutamente in testa con l’arma finta, evidentemente con l’intenzione di farle molto male. Una vera e propria notte di follia conclusasi, fortunatamente, con l’arresto della gang da parte dei carabinieri della stazione di Orbassano. Tutto è accaduto nella notte tra venerdì e sabato. I protagonisti sono due fratelli di 21 e 22 anni, Italo e Stenio Lima Vieira e un loro cugino di appena 16 anni. Tutti di origine brasiliane e residenti a Orbassano. Secondo quanto ricostruito i due fratelli sarebbero partiti con la loro Fiat Punto da Orbassano. Avrebbero “prelevato” il cuginetto e poi si sarebbero diretti verso Torino, alla volta del quartiere Barriera di Milano. I primi colpi li hanno messi a segno in via Pinerolo e in corso Vigevano. Nel primo caso hanno aggredito un uomo di 42 anni per poi derubarlo del cellulare e dei contanti che aveva nel portafogli, circa 40 euro. Poi hanno preso di mira un giovane di 30 anni e tentato di avvicinare una ragazza di 17 anni che però è riuscita a fuggire all’agguato montando in sella alla sua bicicletta. L’ultimo colpo lo hanno compiuto a Orbassano, nelle vicinanze di strada Rivalta. Qui i tre hanno incrociato un giovane di 25 anni che però ha reagito all’assalto finendo al pronto soccorso dell’ospedale San Luigi. Un passante che ha assistito alla scena ha però chiamato il 112. I tre sono stati fermati e identificati nel giro di pochi minuti, quindi arrestati per rapina, lesioni e resistenza. Sulla loro auto sono stati trovati il cellulare rubato e il caricatore della pistola giocattolo.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single