IL FATTO

Salone dell’auto da Torino a Milano, Cgil: “Azione politica assente e inadeguata a tutti livelli

Il j'accuse del sindacato: "Certificata marginalità dell'area torinese e difficoltà nel mantenere un ruolo significativo nel campo dell'automotive"

Salone dell'auto da Torino a Milano, la critiche della Cgil.

“Lo spostamento del Salone dell’Auto da Torino a Milano dal 2020, a pochi giorni dalla chiusura dell’edizione di quest’anno, è davvero una notizia negativa, che sembra certificare la marginalità dell’area torinese e le difficoltà nel mantenere un ruolo significativo nel campo dell’automotive“. Così la Cgil di Torino un una nota.

AZIONE POLITICA E ISTITUZIONALE ASSENTE
“Già le incertezza per il futuro industriale di Torino non mancano, sul versante produttivo, nonostante la 500 elettrica che sarà sul mercato dal prossimo anno ma con tutti gli altri modelli in caduta libera: se a questo però si accompagna un’azione politica e istituzionale assente, o comunque inadeguata a tutti i livelli, il quadro non può che complicarsi” conclude il sindacato.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single