Wwf, Trovata durante liberazione di altre 2 Caretta caretta

Salvata tartaruga ‘Charlie’ quasi uccisa dalla plastica

Prigioniera di imballaggi di plastica che l’avevano già seriamente ferita su una pinna anteriore, la ostacolavano nei movimenti e rischiavano di strangolarla.

E’ in queste condizioni che gli uomini della Capitaneria di Porto, i volontari del Centro Studi Cetacei (CSC) e del WWF hanno rinvenuto una tartaruga, battezzata “Charlie” dal nome della motovedetta che l’ha salvata.

Il gruppo era uscito per liberare altre due tartarughe Caretta caretta “Gelo” e “Cento”, due giovani tartarughe curate e rilasciare a 3 miglia dalla costa in modo tale da evitare ogni possibile incontro con le reti da posta e per offrire loro subito la possibilità di alimentarsi, quando si è imbattuto nell’animale ferito. Charlie ha ricevuto le prime cure a bordo e, una volta sbarcata a Ortona, è stata subito trasportata presso il Centro di Recupero e Riabilitazione Tartarughe Marine “Luigi Cagnolaro” di Pescara dove è attualmente ricoverato.

“Era piuttosto malridotta – ha commentato Vincenzo Olivieri, presidente del Centro Studi Cetacei, che gestisce l’ospedale delle tartarughe – ma per fortuna è stata trovata in tempo”.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single