SCONFITTA AMARA

SERIE A. Ronaldo illude, poi la Lazio cala il tris. Juve, notte fonda

Primo ko in campionato per i bianconeri che non perdevano da 195 giorni. L'Inter ringrazia e vola a +2

Ronaldo illude, poi la Lazio cala il tris e la ribalta. Nota di cronaca: sul 2-1 per i biancocelesti, Immobile si fa parare un penalty. Tradotto in soldoni: poteva finire con un passivo ancora più pesante per i campioni d’Italia. Insomma quella dell’Olimpico è stata una notte fonda per la Juve,  battuta 3-1 dalla Lazio dei record e con un uomo in meno, per l’espulsione di Cuadrado.

RONALDO ILLUDE LA JUVE
Eppure il match si era aperto bene per la formazione ospite, capace di partire forte e poi in gol, con Ronaldo, al 25′ del primo tempo. Di Luiz Felipe, però, nei minuti di recupero della prima frazione di gioco, il pari della squadra di Simone Inzaghi.

BIANCONERI SULLE GAMBE
Nella ripresa, la squadra di Sarri è apparsa un po’ sulle gambe, incapace di tenere il passo dei biancocelesti che hanno dimostrato di avere una marcia in più. Forse, chissà, i campioni d’Italia si erano illusi di riuscire a portare a casa un pareggio comunque prezioso. Fatto sta, alla lunga, è uscita bene la Lazio e il campo ha emesso il suo verdetto.

JUVE KO, L’INTER VIOLA A + 3
Con i bianconeri ridotti in dieci per l’espulsione di Cuadrado (fallo da ultimo uomo su Lazzari), Milinkovic-Savic, al 74′, ha insaccato la palla del vantaggio biancoceleste. Cinque minuti più tardi, Immobile ha sbagliato il rigore del 3-1. Ma è stato solo questione di attesa perché al 95′ è toccata a Caicedo piazzare il terzo gol. La Juve si è fermata dopo 195 giorni (non perdeva dal 26 maggio scorso, sul campo della Sampdoria, in una partita quasi senza significato) e l’Inter vola a + 2 in classifica.

Il tabellino
Lazio-Juventus 3-1
LAZIO (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu 6.5; Lazzari, Milinkovic-Savic (45′ st Caicedo), Leiva, Luis Alberto (30′ st Parolo), Lulic; Correa, Immobile (39′ st Cataldi). A disp. Proto, Guerrieri, Vavro, Bastos, Silva, Jony, André Anderson. All. Inzaghi.
JUVENTUS (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, de Ligt, Alex Sandro; Bentancur (40′ pt Emre Can), Pjanic, Matuidi; Bernardeschi (26′ st Danilo); Ronaldo, Dybala (35′ st Higuain). A disp. Buffon, Pinsoglio, Rugani, Demiral, De Sciglio, Rabiot, Muratore, Portanova, Pjaca. All. Sarri.
ARBITRO: Fabbri di Ravenna.
MARCATORI: 25′ pt Ronaldo, 46′ pt Luiz Felipe, 29′ st Milinkovic-Savic, 50′ st Caicedo.
NOTE: terreno in buone condizioni di gioco, serata serena. Ammoniti: Luis Alberto, Lazzari, Leiva, Pjanic, Dybala e Szczesny. Espulso: Cuadrado. Angoli: 4-5. Recupero: 2′ pt, 5′ st.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single