Uno striscione è comparso davanti ai cancelli dell'istituto "8 marzo"

Settimo Torinese, preside blocca film sulle foibe. Blocco studentesco protesta: “Non lo permetteremo”

L'associazione si oppone alla decisione del direttore scolastico Cristina Boscolo: "Scusa che lascia l'amaro in bocca"

Un'immagine del film "Rosso Istria"

Uno striscione contro la preside dell’istituto scolastico “8 marzo” di Settimo Torinese, Cristina Boscolo, è comparso davanti ai cancelli dell’edificio per iniziativa di Blocco Studentesco: si tratta – viene spiegato – di una protesta derivante dal mancato consenso alla proiezione del film “Rosso Istria” sulle foibe.

IL COMUNICATO
“Non permetteremo – si afferma in un comunicato – che la boria di vecchi sepolcri imbiancati, che anziché formare gli studenti restano fermi ancora sulle peggiori posizioni sessantottine, infanghi il nome dei nostri caduti”. Blocco Studentesco osserva che il collegio docenti avrebbe bloccato la proposta della proiezione per via della “già programmata celebrazione del Giorno della Memoria“. “La drammaticità e la spregiudicatezza di una scusa del genere – è la conclusione – lasciano l’amaro in bocca”.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single