BASKET

Chris Wright e la sclerosi multipla: “Sono un ragazzo fortunato”

Chris Wright

Il playmaker della Fiat Torino Chris Wright ha incontrato le famiglie dei ragazzi di cui si occupa CasaOz, l’Associazione torinese che offre accoglienza e sostegno ai bambini malati, raccontando la sua esperienza personale con la sclerosi multipla e rispondendo alle numerose domande dei presenti.
Sono un ragazzo fortunato, sì” ha detto tra l’altro il giocatore statunitense. “La sclerosi multipla, che mi è stata diagnosticata nel 2012, è diventata una compagna di viaggio, ma ci sono persone che stanno molto peggio di me, che non camminano. Io invece sono ancora un giocatore professionista di basket, ho disputato tre partite nell’Nba e in futuro spero di rimanere nel mondo della pallacanestro, mia vera passione, magari come allenatore”.
Alla domanda di un genitore che gli ha chiesto come si comporterebbe se a uno dei suoi figli fosse diagnostica una malattia grave, ha risposto sicuro: “Gli direi di continuare a inseguire i suoi sogni e non arrendersi perché si può essere più forti della malattia”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single