Stangate e carezze

Il premier Giuseppe Conte (Depositphotos)

Dacci oggi il nostro decreto quotidiano, e che non ci sia risparmiata nemmeno la conferenza via Facebook. Ieri è stato approvato l’ennesimo atto (tentativo) di contenimento dell’epidemia, con un documento che punta a mettere ordine sia normativo sia gerarchico (ossia, le Regioni facciano pure ordinanze più restrittive ma solo con il placet di Conte, giusto per evitare fughe in avanti di qualcuno…) e per buona misura vara deterrenti per chiunque violi i divieti, da quello di libera circolazione a quello di apertura. Il Consiglio dei ministri agita lo spauracchio di multe da 3mila euro nei confronti dei trasgressori, con la convinzione che solo se colpiti nella pecunia si sia in grado di recepire e obbedire (nel caso non bastasse neppure l’esercito in strada, che è sempre tanto facile da dislocare, molto più difficile da togliere…) ma al tempo stesso il premier carezza il popolo dicendosi orgoglioso della risposta, dell’adeguamento alle restrizioni, a un nuovo stile di vita. Che è nulla confronto a quello che verrà dopo, perché ci sarà un “dopo”. Ed è tautologico dire che ben poco sarà come prima, su questo potrebbero concordare governanti e filosofi. Ma non è certo filosofeggiando che molti potranno pagare le bollette e quei 600 euro agli autonomi, alle partite Iva sembrano un pannicello caldo, soprattutto perché nel tempo in cui abbiamo contato almeno tre decreti e due ordinanze regionali, da Roma non sono riusciti a mandare un modulo prestampato per inoltrare la richiesta. Ricordiamo poi che la somma a disposizione (incrementabile, certo, basterà un altro decreto) è meno della metà, quasi un terzo di quella stanziata per il nuovo salvataggio di Alitalia. C’è una vasta fetta di questo Paese che aspetta qualcosa di più dei sentimenti di orgoglio del premier, delle carezze. Nessuno può dire che nel “dopo” avremo uno stile di vita migliore. Anzi, no: Conte lo dice, si dice sicuro che così sarà. Attendiamo che ci spieghi come. Anche via Facebook.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single