"Servono più partite di qualità"

Super Champions, Agnelli rilancia: “È il futuro e non ucciderà i campionati”

Il presidente della Juventus e dell'Eca illustra a Londra il progetto di riforma delle coppe a partire dal 2024

Il pensiero corre sempre lì, come se fosse un chiodo fisso. Andrea Agnelli rilancia il progetto della Super Champions, la coppa delle grandi squadre dal formato extralarge e dall’appeal eccezionale per le tv e i broadcaster, soprattutto asiatici, e lo fa nel corso del meeting londinese Leaders Week, dedicato ai big del calcio continentale.

In qualità di presidente dell’Eca, il boss della Juventus ribadisce che “l’obiettivo è quello di dar vita a più partite di Champions con una maggiore qualità. Non possiamo continuare a proteggere un sistema che non c’è più, dobbiamo guardare avanti. Un sistema con tante partite domestiche di scarsa qualità non interessa ai nostri figli”.

La Super Champions con posti assicurati per le grandi del calcio continentale, per Agnelli, non impoverirebbe i campionati nazionali visto che una quota – anche se minima – di partecipanti continuerebbe ad arrivare dalle leghe: “Non sarebbe mai e poi mai una lega chiusa, il valore in più è proprio il fatto che resterà un sistema aperto.  Si tratta di trovare un progetto che raccolga il 70 o l’80% del consenso, sarebbe un grande risultato”.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single