Invece dei soldi ha trovato i poliziotti

Tenta estorsione dopo essere stato licenziato: arrestato operaio a Torino

L'uomo, di nazionalità romena, era stato allontanato dal cantiere dopo essere stato sorpreso a far uso di stupefacenti

Ha chiesto 400 euro al suo vecchio datore di lavoro per restituirgli gli attrezzi che aveva rubato, dopo essere stato licenziato. Piuttosto che dargli i soldi, però, l’imprenditore ha contattato la polizia che ha arrestato l’operaio, un romeno di 30 anni, con l’accusa di tentata estorsione.

Vicenda singolare quella accaduta in una azienda edile attiva a Torino. L’operaio, assunto in un cantiere per la ristrutturazione di un fabbricato, era stato licenziato dopo essere stato sorpreso a far uso di sostanze stupefacenti durante il turno di lavoro.

In segno di ritorsione ha rubato trapano, avvitatori, misuratori laser, flessibili e altri attrezzi da lavoro e ha chiesto 400 euro per la loro restituzione. Gli è andata male, perché ad attenderlo all’appuntamento c’erano i poliziotti che lo hanno arrestato.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single