Oggi l'Ufficio Patrimonio del Comune avrebbe ripreso possesso

Torino, l’ex gestore della discoteca Cacao si incatena ai cancelli

L'uomo accusa di non aver avuto il tempo per sgomberare i locali a causa del maltempo e del Salone dell'Auto

Gesto estremo dell’ex gestore della discoteca Cacao, locale chiuso al parco del Valentino. Claudio Barulli si è incatenato all’esterno della struttura nel giorno in cui i funzionari dell’Ufficio Patrimonio del Comune, assieme alla municipale, hanno ripreso il controllo apponendo dei lucchetti al varco d’accesso.

Nei giorni scorsi si è conclusa proprio un’inchiesta giudiziaria attorno al Cacao. Tra gli indagati c’è anche Albero Morano, ex candidato a sindaco di Torino e consigliere comunale d’opposizione.

L’accusa ipotizza che Morano abbia fatto chiedere ai vecchi gestori della discoteca la somma di 200 mila euro per cessare la sua battaglia politica contro il rinnovo della concessione da parte del Comune.

La protesta di Barulli parte dal fatto che non avrebbe avuto il tempo di sgomberare i locali a causa del maltempo e del Salone dell’Auto. Inoltre non gli è stata concessa la proroga che aveva richiesto.

La polizia municipale ha informato la questura. Sul posto è arrivata una volante che, secondo quanto viene riferito, non ha preso provvedimenti.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single