IL FATTO

Torino, madre e figlia scappano dopo il furto e trascinano il commerciante con l’auto per 40 metri [VIDEO]

L'esercente si era aggrappato alla macchina nel tentativo di impedire la loro fuga: in manette due rom

Dopo il furto, hanno trascinato il titolare del negozio per 40 metri con l’auto. E’ successo l’8 agosto scorso nell’hinterland torinese.

ARRESTATE MADRE E FIGLIA

I carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip su richiesta della Procura nei confronti di due donne di etnia rom, una 40enne e una 23enne, madre e figlia, abitanti nel capoluogo piemontese, accusate di rapina impropria aggravata e lesioni personali aggravate in concorso. Il provvedimento restrittivo consegue alle indagini svolte dai carabinieri della stazione di Pianezza.

RAPINA VIOLENTA

Le due donne, dopo essere entrate simulando di dover fare degli acquisti, si erano impossessate di alcuni capi di abbigliamento che avevano nascosto all’interno delle rispettive borse. Sorprese dal titolare, erano fuggite verso la loro auto parcheggiata nel piazzale antistante. In tale frangente l’esercente, che nel frattempo era riuscito a raggiungere le fuggitive, si era aggrappato al montante della portiera dell’auto, ma le donne erano ugualmente partite trascinando l’uomo per circa 40 metri fino a farlo cadere. A seguito dell’incidente la vittima ha riportato varie lesioni guaribili in 40 giorni. Nel corso delle indagini, effettuate attraverso la visione dei filmati degli impianti di videosorveglianza e la raccolta delle testimonianze di quanti avevano assistito ai fatti, i militari dell’Arma sono riusciti a identificare le due protagoniste dell’episodio delittuoso e a deferirle all’Autorità giudiziaria.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single