Gara di solidarietà per il piccolo: pesa meno di un chilo, ma è in buone condizioni

Torino, migrante incinta respinta alla frontiera francese muore dopo il parto. Vivo il figlio: “E’ un miracolo”

Non ce l'ha fatta Beauty, la donna cacciata dai gendarmi transalpini e rispedita in Italia

(foto di repertorio)

E’ morta Beauty, una migrante nigeriana respinta dalle autorità francesi alla frontiera di Bardonecchia. Ma il suo piccolo è vivo. In buone condizioni. E’ riuscita a salvarlo, a farlo nascere, grazie al prezioso aiuto dei medici e dei volontari italiani di Rainbow4Africa.

Ha compiuto, insomma, la missione che l’aveva tenuta in vita nonostante le enormi difficoltà provocate da un grave linfoma, lo stesso che l’ha portata alla morte pochi giorni dopo il parto.

Il bimbo, nato grazie a un cesareo lo scorso 15 marzo (700 grammi alla nascita), oggi pesa meno di un chilo ed è in ottime condizioni – “un miracolo”, secondo i medici – circondato dall’affetto del padre, di un intero reparto di medici e dalla solidarietà dei volontari.

La mamma, invece, si è spenta all’ospedale Sant’Anna di Torino. Poche settimane fa, il 9 febbraio, era stata respinta alla frontiera dalla gendarmeria francese. Cercava di raggiungere la sorella in Francia, non c’è riuscita. Ma suo figlio è vivo. Beauty ce l’ha fatta.

 

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single