Il racconto dei testimoni: "E' stato terribile"

IL DRAMMA. Disoccupata si dà fuoco all’Inps di Torino: è grave. Ferito un dipendente che voleva fermarla LE FOTO

Il fatto è avvenuto davanti agli sportelli della sede di corso Giulio Cesare. La 46enne, che aveva perso il lavoro lo scorso gennaio, ha riportato ustioni sul 70% del corpo

Nel riquadro Concetta Candido

Un vero e proprio raptus di follia. Una disoccupata di 46 anni, Concetta Candido, si è data fuoco quest’oggi a Torino davanti alla sede dell’Inps in corso Giulio Cesare. La 46enne è stata subito trasferita al centro grandi ustionati del Cto dopo il trasporto al San Giovanni Bosco: ha riportato ustioni sul 70% del corpo.

CHI E’ LA DONNA CHE SI E’ DATA FUOCO
La donna era rimasta disoccupata lo scorso 13 gennaio dopo aver perso il lavoro presso una società multiservizi di Settimo Torinese. “Dal 26 maggio, dopo un periodo di malattia, percepiva l’assegno di disoccupazione” spiega Giovanni Firera, responsabile Comunicazione e Relazioni Esterne Inps Sede regionale del Piemonte. “Nel tentativo di bloccarla, un collega si è ferito ad una mano” racconta.

IN BORSA AVEVA DUE BOTTIGLIE DI ALCOL
La situazione è degenerata quando la donna ha chiesto delucidazioni in merito all’indennità di disoccupazione, allo sportello 4. “In borsa aveva due bottiglie di alcol, poi si è data fuoco. Nessuno dei colleghi è scappato. Anzi, la donna è stata soccorsa con coperte ed estintore”.

LE TESTIMONIANZE
I primi a prestare soccorso alla donna che si è data fuoco sono stati proprio i dipendenti dell’Inps, che hanno fatto ricorso ad alcuni estintori. Sono ancora increduli, sotto shock. “E’ successo in mezzo alle persone che erano in coda agli sportelli, in attesa del loro turno. La donna aveva il viso avvolto dalle fiamme, è stato terribile”.

loop-single