Da domani e fino al 13 maggio la mostra "Preso per il naso"

La favola di Pinocchio rivive alla scuola allievi carabinieri

Opere a tela e grafiche, cimeli e oggetti faranno rivivere il celebre racconto di Collodi

Da domani e fino al 13 maggio, nella Scuola Allievi Carabinieri di Torino, la mostra "Preso per il naso"

Le intemperanze di Pinocchio, il celebre burattino creato dalla penna di Collodi e l’imperturbabilità del carabiniere saranno protagonisti da domani (sabato 22 aprile) al 13 maggio della mostra “Preso per il naso” allestita alla Scuola Allievi Carabinieri di Torino.

LA FIGURA DEI CARABINIERE
Nella seconda metà dell’Ottocento, nel mezzo del processo di unificazione dello Stato italiano, si affaccia nelle comunità annesse al Regno sardo-piemontese la figura del carabiniere, un tutore della legge innovativo per il tempo che non sfugge alla penna dello scrittore toscano Carlo Lorenzini, che lo inserisce nel suo racconto, quasi fosse una novità fiabesca.

OPERE E CIMELI IN MOSTRA
L’esposizione di via Cernaia, curata, organizzata e diretta da Antonio Attini e Franco Balducci, con la partecipazione della pittrice Teresita Terreno, vedrà non solo opere a tela e grafiche, ma cimeli e oggetti che proveranno a far rivivere alle più diverse infanzie un’esperienza unica.

 

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single