IL CASO

Ordinanza del Comune su Juve-Real, adesso Turismo Torino ricorre al Tar

La partecipata chiede l’annullamento della delibera sull’organizzazione della serata

Gli organizzatori «assumeranno la responsabilità civile e penale conseguente a qualsivoglia danno a persone» e «dovranno altresì garantire che durante lo svolgimento della manifestazione sia attuata ogni misura di prevenzione contro i pericoli per l’incolumità pubblica degli stessi partecipanti».

Sono questi, probabilmente, i passaggi più interessanti delle prescrizioni contenute nell’ordinanza con cui Palazzo Civico, lo scorso primo giugno, ha disposto i provvedimenti straordinari per la proiezione in piazza San Carlo della finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid. Passaggi, questi, che potrebbero aver convinto Turismo Torino – la partecipata del Comune cui è stato affidato il compito di organizzare la serata – a depositare un ricorso al Tar del Piemonte contro quell’ordinanza. Motivo per cui, ieri mattina, Palazzo Civico ha deliberato la propria costituzione in giudizio.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single