Da un lato la rapina con lo spray al peperoncino, dall'altro le lacune nell'organizzazione della serata

Tragedia di piazza San Carlo, i pm valutano l’unificazione delle due inchieste

Al momento i fascicoli si trovano in fasi processuali diverse. Per quello che riguarda, fra gli altri, la sindaca Appendino e l'ex questore Sanna l'udienza preliminare è fissata il 23 ottobre

Piazza San Carlo dopo i tragici incidenti

L’eventuale unificazione dei due filoni di inchiesta sui fatti di piazza San Carlo, quello sulla rapina compiuta da una banda di giovanissimi dotati di spray al peperoncino e quella sulle lacune nell’organizzazione della serata, è stata l’argomento di una riunione in procura tra i pubblici ministeri che si occupano del caso.

FASI PROCESSUALE DIVERSE
Al momento riunire i fascicoli non è possibile perché si trovano in fasi processuali diverse: per il primo debbono ancora formalmente terminare le indagini preliminari, per il secondo – che riguarda fra gli altri la sindaca Chiara Appendino e l’ex questore Angelo Sanna – l’udienza preliminare è fissata il 23 ottobre. Nelle prossime settimane i magistrati valuteranno i passi necessari.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single