Sorpreso in via Magenta

Trova gioielli e monete nella cantina di una donna, li prende e prova a venderli: arrestato 41enne

L'uomo ha rubato tutto durante lo sgombero: la proprietaria era ignara del contenuto degli arredi

Lo hanno notato cambiare repentinamente direzione mentre procedeva su via Magenta una volta scorta la pattuglia del commissariato San Secondo e cercare di defilarsi sotto i portici. Erano le 11.30 di lunedì scorso e gli agenti, insospettiti, hanno deciso di fermare e sottoporre a controlli un 41enne, cittadino peruviano. 

Da un primo controllo sono risultati diversi precedenti a carico dello straniero. Sottoposto a perquisizione, gli operatori hanno rinvenuto nella sua tracolla due cofanetti contenenti diversi monili in oro, molti dei quali da donna. Sul retro di un ciondolo era incisa una frase con una data di nascita, verosimilmente un regalo di battesimo. Il 41enne riferisce che i preziosi erano di sua proprietà e che li stava portando a far valutare poiché intenzionato a venderli.

La versione dell’uomo non ha convinto i poliziotti che lo hanno interrogato di nuovo sulla reale provenienza dell’oro in questione. Il 41enne ha confermato quanto appena dichiarato, aggiungendo di averli collezionati nel tempo attraverso acquisti effettuati al mercato del “Balon”. A questo punto gli agenti sono andati avanti con la perquisizione domiciliare dove hanno rinvenuto, all’interno di un armadio, una scatola metallica contenente oltre venti cofanetti per gioielli vuoti e una foto ricordo raffigurante una ragazza in occasione della sua Prima Comunione.

Vistosi scoperto, il peruviano ha raccontato ai poliziotti di aver effettuato alcuni giorni prima lo sgombero di una cantina, di cui una parte degli arredi era stata regolarmente smaltita mentre l’altra l’aveva sistemata nel proprio garage. Nel controllare il mobilio aveva poi scoperto il portagioie con all’interno monili in oro, monete di valore e alcune medaglie sportive, che avrebbe voluto rivendere in mattinata.

Gli agenti del commissariato sono risaliti alla legittima proprietaria che, ignara di quanto contenuto nell’arredo presente in cantina, ha riconosciuto tra i preziosi il ciondolo con incisa la sua data di nascita. Il 41enne è stato denunciato per furto aggravato.

loop-single