Il macabro ritrovamento a Bardonecchia, in Val di Susa

Trovato cadavere nel fiume Dora: è di un migrante che aveva tentato di arrivare in Francia

Lʼanno scorso furono rinvenuti altri tre corpi senza vita di migranti che volevano attraversare il confine. Sul posto è giunta la polizia

Trovato cadavere nel fiume Dora: è di un migrante che aveva tentato di arrivare in Francia (foto di repertorio).

Macabro ritrovamento nelle acque del fiume Dora a Bardonecchia, dove ieri gli agenti della Polstato hanno recuperato il corpo senza vita di un uomo, in avanzato stato di decomposizione. Secondo le prime ipotesi, potrebbe trattarsi di un migrante che cercava di attraversare la frontiera. La zona del ritrovamento, infatti, si trova in alta Val di Susa al confine tra l’Italia e la Francia.

UN PASSANTE LANCIA L’ALLARME
A dare l’allarme è stato un passante che ha notato il cadavere. La polizia, accorsa sul posto per gli accertamenti di rito, sta ora cercando di fare piena luce sull’accaduto.

MORTO IN SEGUITO AD UNA CADUTA?
Sembra che l’uomo sia morto per una frattura alla testa riportata in seguito ad una caduta. I medici, che hanno escluso l’ipotesi di una morte violenta, hanno ipotizzato che il decesso risalga a circa 15 giorni fa. Il corpo potrebbe essere stato trascinato a valle dalla corrente. Non aveva alcun documento.

UN ANNO FA ALTRI TRE CASI
L’anno scorso, nella stessa zona di confine, sono stati trovati i cadaveri di altri tre migranti, deceduti mentre cercavano di raggiungere la Francia. Lo scorso febbraio, invece, un migrante è stato soccorso sulla strada nazionale 94 del colle del Monginevro, in territorio francese: era in ipotermia. L’uomo, purtroppo, è morto poco dopo il suo trasporto in ospedale.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single