Ps4, Xbox One, Switch, Pc

LA RECENSIONE – LEGO City Undercover

Il ritorno di uno dei giochi più riusciti della serie LEGO

81+kZ7pLlsL._SX342_LEGO City Undercover è un titolo che sicuramente ricorderà qualcosa agli appassionati dei giochi a mattoncini. Nel 2013 infatti uscì in esclusiva per la Wii U, riscuotendo un buon successo di critica e anche da parte dei giocatori. A livello di vendite però pagò la poca fortuna della console Nintendo, che non ha mai sfondato e nel frattempo infatti è stata sostituita dalla nuova Switch. E adesso LEGO City Undercover ritorna proprio sulla nuova ammiraglia Nintendo ma anche su Pc, Xbox One e Ps4. Questa volta l’obiettivo è quindi raggiungere il maggior numero possibile di giocatori. Del resto, gli appassionati ai giochi LEGO di certo non mancano, anche se il ritmo con cui continuano a uscire comincia a essere forse un po’ esagerato: il rischio di saturare il mercato esiste.

LA TRAMA

Come nel recente LEGO Worlds, anche in questo caso viene abbandonata la tradizione che vuole i giochi dei mattoncini ispirati da licenze celebri. Insomma, niente Batman, Indiana Jones e simili: questa volta, nel titolo realizzato da TT Fusion, vestiremo i panni di Chase McCain, un poliziotto alle prese con un caso piuttosto complicato. La sua missione infatti è trovare e arrestare Rex Fury, un pericoloso criminale evaso di prigione. A rendere la cosa ancora più intricata è il fatto che Rex era finito in galera grazie alla testimonial di Natalia Kowalski, ex ragazza di Chase che ora rischia di incorrere nella sete di vendetta di Rex.

Come sempre, la trama dei giochi LEGO è piuttosto lineare, visto anche che il gioco è rivolto soprattutto al pubblico più giovane, ma non per questo meno piacevole. Come da tradizione della serie,  non mancano numerose citazioni a film e telefilm e naturalmente neanche il caratteristico umorismo, con battute e situazioni in grado di strappare più di un sorriso. Se avete già giocato a City sulla Wii U, sappiate che dal punto di vista della trama non troverete alcuna differenza con il gioco originale.

IL GAMEPLAY

Giocare a LEGO City, se avete già provato uno o più dei tanti capitoli precedenti, sarà un po’ come tornare a casa. Comandi e gameplay sono infatti quelli caratteristici della serie, che i più esperti hanno ben imparato a conoscere e padroneggiare. L’obiettivo è completare le missioni risolvendo enigmi e superando prove piuttosto semplici (non bisogna scordare che il gioco si rivolge soprattutto a un pubblico giovane), ovviamente affrontando vari nemici e andando a caccia di tutti i collezionabili con i quali sbloccare vari bonus. Per superare determinati ostacoli, avrete bisogno dei particolari poteri conferiti dalle varie divise che potrete indossare. Ad esempio, se una porta vi sbarra il cammino, potete indossare l’abito da ladro per scassinarla oppure i blocchi più resistenti possono essere superati grazie alla tenuta da minatore. Questo è anche il classico stratagemma che garantisce una certa rigiocabilità, visto che quando entrerete in possesso di una nuova divisa, sarete invogliati a tornare in aree già esplorate per usarli e raggiungere zone altrimenti inaccessibili: in pratica, è lo stesso risultato da altri giochi della serie ottenuto utilizzando più personaggi diversi tra loro.

La struttura del gioco, fatte le debite proporzioni, è quella di un classico GTA, con una città liberamente esplorabile alla ricerca di missioni, bonus e collezionabili. Una città oltretutto di discrete dimensioni, quindi chi è solito completare un gioco al 100% avrà pane per i propri denti e divertimento assicurato per parecchio tempo. Un divertimento che può letteralmente raddoppiare, visto che gli sviluppatori hanno inserito la possibilità di giocare in co-op con un amico: come sempre, se affrontato in compagnia della persona giusta, il gioco in questo modo rende al meglio.

IL COMPARTO TECNICO

Ovviamente il passaggio da una console all’altra e gli anni trascorsi sono la garanzia di un miglioramento nel gioco dal punto di vista tecnico. All’epoca infatti il gioco soffriva di qualche caricamento un po’ lento, problema che è stato risolto quasi del tutto in questa versione. E anche per quanto riguarda la grafica, i passi avanti sono evidenti, anche se si registra ancora qualche calo di frame-rate. Dal punto di vista artistico, i personaggi e la città sono realizzati con la consueta cura dello stile Lego, sempre ben riconoscibile e tanto amato dai fan.

E una nota di merito anche per il comparto audio, che accompagna al meglio ogni fase del gioco.

Insomma, LEGO City Undercover, anche a distanza di qualche anno, resta uno dei giochi più divertenti della serie. Se i mattoncini ancora non vi hanno stufato e se vi eravate persi il gioco all’epoca, non fatevelo scappare ora!

LEGO City Undercover è un gioco realizzato da Warner Bros per Ps4, Xbox One, Switch e Pc. La versione utilizzata per la recensione è quella per Ps4.

I VOTI

Grafica 8,5

Longevità 8,5

Gameplay 8,5

Audio 8,5

TOTALE 8,5

loop-single